Rischi WannaCry: linee guida per le PA
di Teresa Barone

Rischi WannaCry: linee guida per le PA

mercoledì 17 maggio 2017
Linee guida per limitare l’impatto della campagna ransomware e promuovere la sicurezza informatica nelle PA.

L'AgID ha recentemente pubblicato precise linee guida rivolte alle Pubbliche Amministrazioni per consentire di ridurre gli effetti negativi del virus informativco WannaCry, protagonista di una campagna ransomware che ha colpito oltre 100 paesi a livello globale, contaminando  oltre 200mila sistemi Windows nel settore pubblico e nel privato.

=> PA digitale: misure minime di sicurezza informatica

«In questo documento sono riportate una serie di azioni che possono essere assunte per mitigare l'impatto della campagna, soprattutto cercando di evitare l'estensione della compromissione a sistemi che non sono già compromessi. È abbastanza evidente che laddove i dati siano stati già cifrati l'unica strategia possibile è il ripristino da una copia di backup non toccata dal malware. Nell'ultima sezione sono contenute alcune considerazioni su quanto fare per il ripristino in questi casi.»

Il documento, reso noto attraverso CERT-PA, riporta una serie di azioni da svolgere per fare in modo che la compromissione si estenda a sistemi ancora non compromessi. 

=> Mitigare gli effetti di WannaCry: linee guida

Fonte immagine: Shutterstock

Se vuoi aggiornamenti su Rischi WannaCry: linee guida per le PA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:



nessun commento da visualizzare..


Inserisci il tuo commento

Nome (obbligatorio):
Email (obbligatorio):
Sito:
 
Vuoi salvare questi dati?
Commento:
Codice di controllo: