Aspettativa per i dipendenti pubblici: le nuove regole del Collegato lavoro
di Roberto Grementieri

Aspettativa per i dipendenti pubblici: le nuove regole del Collegato lavoro

giovedì 1 settembre 2011
Le novità introdotte dal Collegato lavoro in termine di aspettativa per i dipendenti pubblici.

Al fine di favorire e facilitare il passaggio del personale dipendente pubblico a forme di lavoro alternative, quali, segnatamente, forme di lavoro autonomo o imprenditoriale, l'articolo 18 del Collegato lavoro, introdotto con la legge 4 novembre 2010, n. 183, afferma che gli stessi possono godere di una aspettativa non retribuita per avviare un'attività autonoma o imprenditoriale.

La durata di tale aspettativa non può comunque superare i 12 mesi, cosa che consente di usufruirne, in tale arco temporale, anche per un periodo di più breve natura.

La disposizione ha una portata generale, fatto salvo quanto previsto in materia di aspettativa dall'articolo 23bis del d. lgs. n. 165/2001 in favore degli appartenenti alla carriera dirigenziale, a quella prefettizia, a quella diplomatica, ai magistrati ordinari, amministrativi e contabili ed agli avvocati e procuratori dello Stato.

Da un punto di vista soggettivo non paiono esistere alcune limitazione, salvo quelle sopra richiamate.

L'aspettativa è concessa dall'Amministrazione.

Per quel che concerne gli Enti locali e quelli ad ordinamento autonomo l'organo decisorio è facilmente individuabili in chi, nell'organizzazione, ha il potere di intervento regolatori sui rapporti di lavoro; diversa la situazione per le articolazioni territoriali di Amministrazioni centrali statali.

Secondo l'articolo 18, comma 1, del Collegato lavoro, l'Amministrazione deve compiere due operazioni:

  1. vagliare la documentazione prodotta dall'interessato;
  2. considerare le proprie esigenze organizzative.

In ordine alla prima questione si osserva che la richeista dell'interessato deve contenere una serie di elementi riferiti sia al tipo di attività autonoma che si vuole intraprendere sia all'attività professionale.

Nel primo caso dovrebbero essere indicati gli elementi essenziale e conoscitivi come il settore, le forme in cui lo stesso si concretizza (in esercizio  autonomo, in associazione di capitale, ect.), le iscrizioni se richieste alla Camera di commercio.

In caso di attività professionali, nella documentazione da consegnare dovrà essere indicato le eventuali iscrizioni necessarie agli albi, i titoli e le abilitazioni necessari.

Un punto delicato della riforma riguarda la possibilità di prendere un'aspettativa per esercitare un'attività di natura autonoma o professionale in contrasto con gli interessi dell'Amministrazione della quale si è dipendenti.

Il legislatore parla di un massimo di dodici mesi con l'ovvia conseguenza che lo stesso può essere goduto durante l'arco lavorativo in più occasioni, ma sempre entro detto termine.

Non è invece possibile ripetere più volte nella vita lavorativa alle dipendenze della stessa Amministrazione, i periodi di aspettativa oltre i dodici mesi, sia pure con uno stacco più o meno lungo tra gli stessi.

 

Se vuoi aggiornamenti su Aspettativa per i dipendenti pubblici: le nuove regole del Collegato lavoro inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:


mi sembra una ottima opportunità
scritto da filippo - venerdì 2 settembre 2011 alle ore 12.33
Buongiorno
L'art 18 parla di aspettativa lavorativa solo per intraprendere un'attività di lavoro autonomo/professionale Ma è possibile interpretarlo in senso lato permettendo anche un'aspettativa lavorativa per svolgere una periodo come lavoratore dipendente?
Grazie
Saluti
Nicola
scritto da nicola - lunedì 10 ottobre 2011 alle ore 9.02
Salve, sono intenzionato a chiedere l'aspettativa non retribuita, per la durata di 12 mesi all'Ente in cui lavoro, volevo sapere se ho diritto ad avere il tfr e quali sono i riferimenti normativi che lo regolano. grazie
scritto da Gianluca - giovedì 8 novembre 2012 alle ore 1.24
Salve, sono in procinto di chiedere l'aspettativa non retribuita al mio Ente, mi chiedevo se posso richiedere anche il TFR e a quale normativa fa riferimento. grazie
scritto da Gianluca - giovedì 8 novembre 2012 alle ore 1.24
Salve mi chiamo Francesca vorrei sapere se il mio compagno che il 15 novembre da militare passerà civile può chiedere l'aspettativa non retribuita per poter continuare con le pratiche per l'appertura di una sua piccola attività commerciale. grazie
scritto da francesca - lunedì 12 novembre 2012 alle ore 11.10
salve sono una dipendente pubblica e volevo sapere se l ente pubblico di appartenenza professionale puo' non dare l aspettativa senza retribuzione ad un suo dipendente.
scritto da katia - venerdì 23 novembre 2012 alle ore 0.46
Salve,
io sono un autista dell'azienda Atac di Roma, posso chiedere una aspettativa non retribuita per dodici mesi, per poter avviare una attività commerciale con partita iva, cosi posso avere il tempo di valutare il tutto!
Grazie
Distinti saluti
scritto da Andrea - martedì 8 gennaio 2013 alle ore 12.13
Buongiorno, vorrei avere informazioni sulla perdita o meno del TFR nel caso di aspettativa. se ci sono particolarita' per i dipendenti delle autonomie locali.
scritto da Simona - venerdì 18 gennaio 2013 alle ore 10.16
È possibile prendere l'aspettativa per lavoro dipendente all'estero? Risp x favore, grazie
scritto da Silvia - lunedì 4 febbraio 2013 alle ore 12.13
Buongiorno, sono un dipendente ministeriale, funzionario. E' possibile chiedere l'aspettativa per 12 mesi, senza assegni, e svolgere un lavoro stipendiato da una società privata?
Grazie
scritto da Fabrizio - lunedì 25 febbraio 2013 alle ore 11.09
Sono un'insegnante statale. Vorrei sapere se chiedendo 2 giorni di aspettativa non retribuita potrei avere conseguenze sul pensionamento- intendo che non vorrei che per due giorni si considerasse interruzione del servizio con relative conseguenze...
scritto da ELENA ALTIERI - lunedì 18 marzo 2013 alle ore 23.36
Salve, sono un dipendente di una ferrovia regionale. Vorrei prendere un periodo di aspetativaper intraprendere una attività di bar ambulante. Vorrei sapere se i dodici mesi di cui si parla possono essere frazionati ad es. 3 mesi all'anno fino ad esaurimento. Grazie
scritto da claudio - lunedì 1 aprile 2013 alle ore 21.49
Buon giorno sono un militare dell'aeronautica e vorrei sapere se posso chiedere l'aspettativa non retribuita ed aprire una attivita in propio se si quanto e il massimo che posso chiedere?
scritto da alessandro - mercoledì 3 aprile 2013 alle ore 23.07
Buongiorno, sono una dipendente a tempo indeterminato di una Pubblica Amminsitrazione (Provincia). Domanda: posso prendere aspetativa non retributita ed essere assunta in un paese estero? Grazie
scritto da lucia - lunedì 22 aprile 2013 alle ore 23.28
Salve, mio marito lavora presso la Polizia Locale.E' ufficiale di complemento ed è stato richiamato dall'Esercito per mesi tre. L'Ufficio della Polizia Locale gli ha comunicato che questo mese dovrà comparire in Tribunale per una citazione circa la sua attività.DOvrà presentarsi e come può avvenire la notifica della citazione dato che in questo momento lavora in un altro ente? Grazie
scritto da Debora - giovedì 9 maggio 2013 alle ore 14.35
Buongiorno, lavoro nella Polizia Locale e vorrei chiedere un periodo di aspettativa per lavorare in una Agenzia Immobiliare diretta da mio figlio.
Posso richiederla e quali documenti dovrei produrre per la richiesta?
Grazie
scritto da Tonino - domenica 19 maggio 2013 alle ore 22.59
Buongiorno
L'art 18 parla di aspettativa lavorativa solo per intraprendere un'attività di lavoro autonomo/professionale. Si può chiedere l'aspettativa senza retribuzione per svolgere un'esperienza lavorativa (limitata al periodo dell'aspettativa) con azienda privata, stipulando un contratto lavoro dipendente?
grazie,
cristina
scritto da CRISTINA - giovedì 23 maggio 2013 alle ore 23.41
si può chiedere due anni di aspettativa da un ministero per andare a lavorare presso il quirinale?
scritto da anna - martedì 11 giugno 2013 alle ore 22.51
Dove sono le risposte a queste belle domande? Anch'io desidero la risposta alla domanda piu' volte citata: possibile chiedere un'aspettativa lavorativa per svolgere una periodo come lavoratore dipendente? E aggiungo: all'estero e da un soggetto privato? grazie
scritto da lynn - mercoledì 12 giugno 2013 alle ore 22.28
Sono un dipendente ministeriale a tempo indeterminato. possibile chiedere un'aspettativa lavorativa non retribuita per svolgere una periodo come lavoratore dipendente all'estero in un'azienda privata? grazie
scritto da Daniele - martedì 16 luglio 2013 alle ore 23.56
Salve,sono una dipendente di un'azienda ospedaliera pubblica,con contratto a tempo indeterminato a tempo pieno da 20 anni;intenderei chiedere l'aspettativa non retribuita per 12 mesi per tentare un'attività in proprio(srl);volevo sapere se l?azienda può rifiutarmi questa opportunità e se potrei avere delle decurtazioni sul mio TFR.Grazie
scritto da BARBARA - martedì 6 agosto 2013 alle ore 16.33
salve,sono dipendente pubblico di un'azienda ospedaliera ,posso richiedere aspettativa non retribuita per avviare un'attivita' in proprio?
scritto da grazia - mercoledì 18 settembre 2013 alle ore 11.45
xchè non ci sono risposte alle domande elencate? dove si trovano? grazie
scritto da Alberto - domenica 3 novembre 2013 alle ore 18.11
salve, sono un dipendente del ministero dell'interno , mi hanno prospettato la presidenza di un circolo ricreativo sportivo culturale con somministrazione di alimenti e bevande , circolo iscritto a un ente nazionale e possessore di partita iva ufficio entrate, la mia domanda è se diventando presidente di tale attività rientro nei termini per richiedere questo tipo di aspettativa.
scritto da fabrizio - lunedì 4 novembre 2013 alle ore 23.08
Salve, sono un appartenente al Ministero dell'interno e vorrei costituire una società a livello familiare per gestire uno stabilimento balneare. Il mio Ufficio amministrativo di appartenenza mi ha riferito che non posso usufruire di questa aspettativa poiché non è riferita agli appartenenti della Pubblica Sicurezza. Vi chiedo se questo risposta è una lacuna del mio Ufficio oppure è proprio così . Saluti Andrea
scritto da Andrea - mercoledì 11 dicembre 2013 alle ore 16.19
Sono dipendente del MIBAC e d anni svolto attività come libero professionista (Gestione Museo) presso il Comune di Colleferro. Perchè ora non è più possibile svolgere questa attività
scritto da Angelo Luttazzi - martedì 4 marzo 2014 alle ore 20.57
vorrei sapere se un dipendente pubblico a tempo pieno indeterminato può usufruire dell'aspettativa non retribuita per svolgere lavoro dipendente pubblico all'estero e precisamente nell'unione europea. grazie
scritto da maria - mercoledì 9 aprile 2014 alle ore 22.00
Buongiorno, sono un dipendente a tempo indeterminato presso una pubblica amministrazione (comparto Università). Vorrei sapere se è possibile prendere l'aspettativa di un anno per provare a lavorare come insegnante nella scuola primaria. Grazie
scritto da Marco - martedì 15 aprile 2014 alle ore 22.14

Inserisci il tuo commento

Nome (obbligatorio):
Email (obbligatorio):
Sito:
 
Vuoi salvare questi dati?
Commento:
Codice di controllo: